Francesco Guardabassi e il suo processo (1833-1835)

Francesco Guardabassi e il suo processo (1833-1835)

di Mattia Galati

Ben pochi personaggi nel Risorgimento umbro posso essere messi a paragone con Francesco Guardabassi. Basti dire che per il suo carisma e la sua popolarità egli fu detto il "Babbo dei perugini". L'affetto che si procurò con la sua azione gli attirò tuttavia anche le grandi ostilità dei governanti pontifici, che per più di due anni lo tennero imprigionato e sotto processo. Ma il Guardabassi proseguì le sue battaglie, passando per quella più dura per lui e per la sua Perugia, che culminò nelle giornate del XX Giugno 1859, e arrivando fino alla tanto agognata Unità. Nella figura di Francesco Guardabassi, patriota e figlio di massoni, si coniugano gli ideali di indipendenza e di fraternità che il popolo di tutta l'Italia acclamava. Si comprende perciò come egli riuscì a spiccare su tutti per impegno e onore profusi, in sintonia con quel periodo fervido di speranze che vide la nascita della nostra nazione.