Santi nella riforma. Da Erasmo a Lutero

Santi nella riforma. Da Erasmo a Lutero

di Stefano Cavallotto

Secondo una convinzione diffusa, l'introduzione della Riforma nella prima metà del XVI secolo avrebbe cancellato nell'Europa protestante ogni interesse per la santità e il culto dei santi. Questo studio dimostra come l'idea sia storicamente infondata: un'ampia e multiforme documentazione attesta con tutta evidenza il passaggio dalla concezione dei santi come intercessori e patroni a una memoria dei santi coerente con i principi teologici della Riforma: finalizzata alla confessione della fede, al ringraziamento e alla lode a Dio, all'emulazione e all'incoraggiamento delle comunità nel momento della prova.