Agenda legale pocket 2017. Ediz. verde acido

Agenda legale pocket 2017. Ediz. verde acido

L'Agenda Pocket, disponibile nel colore: Verde acido, è così strutturata: Dati personali: per annotare codici/numeri/e-mail significativi e personali. Calendari e planning: per poter scorrere con un colpo d’occhio gli impegni in un arco di tempo più esteso e programmare le attività. Calendario udienze: giorno di ricevimento dei giudici organizzato su più pagine per annotare le udienze in diverse circoscrizioni. Rubrica delle pratiche: per registrare tutte le cause dello studio legale attraverso l’inserimento in ordine alfabetico del nominativo del cliente e del numero di ruolo identificativo della causa presso l’autorità giudiziaria competente. Cause: con una serie di procedimenti giudiziari molto frequenti di cui si è esemplificata la procedura e le cui caselle servono per seguire l’iter procedurale (stragiudiziali; cause civili; TAR; di lavoro; procedimento per convalida di sfratto; in decisione; penali; procedimenti sommari di cognizione; procedimenti cautelari; decreti ingiuntivi; procedure esecutive; procedure fallimentari; magistrature superiori).

Pratiche in attesa: su cui il giudice deve emettere un provvedimento. Rinvii: per annotare le cause differite agli anni successivi. Percorso formativo: per permettere all’avvocato e alla segretaria di annotare i corsi di formazione per i crediti formativi. Diario dell’anno in corso: strutturato su una pagina, suddivisa in quattro sezioni: le scadenze, le udienze, gli appuntamenti e le commissioni. In calce ad ogni pagina è riportato il calendario del mese in corso, con indicazione della settimana e del giorno corrente. Pagina Planning settimanale: prima dell’inizio di ogni settimana nel diario, per programmare le proprie attività e quelle dello studio e tenerle sotto controllo con un colpo d'occhio. Parte normativa: con il testo del Codice di procedura civile, e i parametri per la liquidazione giurisdizionale dei compensi, contributo unificato, diritti di copia e di certificato e condizioni per l’ammissione al gratuito patrocinio.