Le unioni civili e le convivenze di fatto dopo i decreti attuativi 19 gennaio 2017, n. 5, 6 e 7

Le unioni civili e le convivenze di fatto dopo i decreti attuativi 19 gennaio 2017, n. 5, 6 e 7

di Luca Volpe

La L. 20 maggio 2016, n. 76 segna un primo, rilevante punto di arrivo nell'adeguamento della legislazione italiana ai principi dell'Unione Europea. La Legge sulle unioni civili e le convivenze di fatto è stata attuata attraverso l'entrata in vigore di tre Decreti legislativi.

Si tratta dei provvedimenti n. 5, 6 e 7 del 19 gennaio 2017, attraverso i quali l'ordinamento italiano è stato adeguato - in materia di diritto internazionale privato, di norme sullo stato civile e di diritto penale - alle innovazioni recate dalla Legge Cirinnà. Quest'opera costituisce una lettura ragionata delle profonde innovazioni introdotte dalla "Legge Cirinnà" e dai recenti Decreti attuativi e contiene un commento esauriente, di taglio prettamente operativo, che comprende un'attenta analisi non solo dei profili di diritto civile, ma anche di quelli di diritto penale e diritto fiscale connessi alle unioni civili e alle convivenze di fatto. Vengono così affrontate tutte le principali problematiche: dalle cause impeditive per la costituzione dell'unione civile alle impugnazioni; dai diritti e doveri derivanti dall'unione civile al regime patrimoniale; dalla successione mortis causa allo scioglimento dell'unione.

Sono sviscerate anche le tematiche fondamentali poste dalla nuova normativa sulle convivenze di fatto, fra le quali l'accertamento dello stato di stabile convivenza; i contenuti, le modifiche e la risoluzione del contratto di convivenza.