La regressione nella stanza d'analisi

La regressione nella stanza d'analisi

Con "La regressione nella stanza d'analisi" nasce una serie di volumi dedicati ai concetti psicoanalitici e ai loro usi. Differentemente dai dizionari o dalla celebre enciclopedia di Laplanche e Pontalis, questa serie intende proporre sia una riflessione storica ed evolutiva che una possibile genealogia del pensiero clinico nelle sue numerose forme. Si cercherà dunque di dare spazio a differenti correnti teoriche nell'ipotesi che il raggiungimento del consenso non sia l'unico o il più importante scopo di una discussione e la sua mancanza il segno dell'inutilità del dibattito fra psicoanalisti. Questo primo volume è organizzato come un confronto tra psicoanalisti francesi ed italiani e tra i fautori della regressione in analisi (in primis Winnicott) e i suoi detrattori (in primis Lacan). A quale regressione si oppone Lacan, se sia la stessa di Winnicott e se il motore della cura si dispieghi unicamente intorno ad essa o invece al tentativo di realizzare una nuova esperienza, sono alcune delle questioni trattate in questo volume.