Scelte pubbliche e strumenti di management per gli acquisti

Scelte pubbliche e strumenti di management per gli acquisti

di Elisa Pintus

Il saggio indaga, con una prospettiva originale, sulla relazione impresa pubblica amministrazione (PA) - società. Essa ha origine in una precisa consapevolezza: l'impresa, l'ambiente economico, il mercato non sono più l'avversario da contrastare. Una relazione duale fatta della connotazione specifica di impresa e PA non è più sufficiente. Il soddisfacimento del bisogno pubblico e l'erogazione dei servizi pubblici finali si attuano al meglio se la società, nel suo complesso, è parte integrante anche dei processi di supporto alle decisioni. Stato, imprese, società sono oggi sempre più intrinsecamente integrati.

Si chiede alla PA di interpretare un ruolo di regia per individuare valori, principi e obiettivi da condividere, di disegnare azioni che portino alla ricerca di relazioni di collaborazione durature e produttive. Si registra un.evoluzione del modello di Stato più coerente al paradigma di public procurement. Gli acquisti delle aziende pubbliche non sono, dunque, gli appalti, non sono solo gli appalti. Sono molto di più: scelte pubbliche, programmi, piani, progetti, attività con una molteplicità di attori (decisori politici, manager pubblici, portatori d'interesse, business community) e strumenti (economici, giuridici, gestionali e organizzativi). Il modello di management che si disegna per la funzione acquisti deriva oggi dall'interrelazione fra i decisori politici e il management pubblico nell'alveo del nuovo sistema di regolazione giuridica.