L' uomo dalla bocca grande

L' uomo dalla bocca grande

di Milena Prisco

Napoli è una città ventosa, nei giorni che precedono il Natale. Il vento porta con sé facce, suoni, visioni e strane voglie, capaci di squassare l'anima fino a diventare ossessione. Come quella della protagonista di questo racconto nei confronti del mantesiniello, il pastore effeminato dei presepi viventi.

Un'ossessione che si fa carne, che diventa passione da cui farsi travolgere e in cui perdersi, come la melodia di un canto che sfuma nel vento.