Remunerazione degli avvocati nei giudizi di nullità matrimoniale

Remunerazione degli avvocati nei giudizi di nullità matrimoniale

di Graziano Mioli

La Chiesa ha sempre avuto l'esigenza di contenere entro ragionevoli limiti i costi del processo di nullità matrimoniale per i compensi dovuti agli avvocati e di scongiurare gli abusi in questo ambito, pur riconoscendo all'avvocato privato una remunerazione congrua e rispettosa della sua dignità professionale. Per ottenere tale risultato la strada può soltanto passare da un canto attraverso la piena operatività degli avvocati d'ufficio e dei patroni stabili e dall'altro attraverso avvocati onesti ed onorari giusti, anche alla luce del tariffario civile.