Rap

Rap

di Vittorio Cangiano

Introdotta dall'animazione di via San Gregorio Armeno, la famosa via dei presepi artigianali, una fiumara di varia umanità scorre in questi brevi racconti che si affacciano sui "bassi" napoletani, sui vicoli e sulle periferie come sulle piazze del centro e nei bar, tra le voci e i suoni di ogni giorno, scrutando dietro le quinte. La miscela dei personaggi rende l'idea di un inquieto girone infernale in cui ciascuno appare colto in presa diretta, dal suo disordine o nella sua insofferenza, nella rassegnazione al degrado e all'angoscia, nell'indifferenza e nell'istinto di fuga. E ci si trova coinvolti in una tammurriata incalzante, mentre l'occhio cade sul particolare rivelatore che costringe a "pensare".