Design della comunicazione audiovisiva. Un approccio strategico per la «televisione debole»

Design della comunicazione audiovisiva. Un approccio strategico per la «televisione debole»

di M. Francesca Piredda

Il saggio raccoglie una serie di riflessioni sulla convergenza dei media digitali.

Si concentra sul modello televisivo e sulle implicazioni del concetto di Web 2.0 rispetto al futuro del broadcasting, comprese quelle relative allo sviluppo di una "televisione partecipata". L'attenzione al ruolo del pubblico-utente deriva dalla cultura del progetto, così come i molti riferimenti alla filosofia del design e alla semiotica. In questo senso, viene proposto un modello di costruzione di valore e di sviluppo di innovazione per il settore della comunicazione audiovisiva e multimediale, attento agli aspetti socio-culturali, oltre che economici. L'attenzione a una poetica progettuale affronta il tema della dimensione politica della comunicazione e, con riferimento al concetto di "quotidiano", definisce il ruolo del design per una comunicazione sostenibile e partecipata. Il sistema della comunicazione audiovisiva vede convergere l'industria culturale, produttiva e dell'intrattenimento rispetto a modelli di business e strategie di marketing.