L' infinito e la siepe. Metafisica e laicità in Giacomo Leopardi

L' infinito e la siepe. Metafisica e laicità in Giacomo Leopardi

di Stefano Levi Della Torre

Levi della Torre guida il lettore nel pensiero e nell'opera leopardiana, sottolineando come nei suoi testi non ci sia contrapposizione, ma rimando tra "metafisica" e "laicità", tra "religioso" e "irreligioso", al limite tra "credulità" e "incredulità". L'autore è docente presso la Facoltà di Architettura di Milano ed è stato membro del Consiglio della Comunità Ebraica di Milano.