Augustin il nazista

Augustin il nazista

di Giancarlo Cofelice

Andrea vive con la nonna di origine ebrea, la donna gli fa ripercorrere il cammino della sua sofferenza vissuta all'interno del campo di sterminio di Auschwitz nel lontano 1942. Una vita segnata da una solitudine che non ha mai avuto termine, una morte dell'anima rimasta internata per sempre all'interno delle mura di un campo di morte. "Augustin il nazista" è un romanzo che trascina il lettore in un drammatico e lungo viaggio nei meandri di un dolore mai superato: un dramma nel dramma di una tragedia senza eguali.